Fatturato e redditività di tre famosi Calzaturifici italiani

26 Mag 2021

In questo articolo analizziamo i bilanci italiani di tre famosi calzaturifici italiani, per vedere quanto fatturano, se crescono e quanto guadagnano.

Calzaturificio Casadei, Fratelli Rossetti e Doucal’s sono alcuni dei più noti calzaturifici italiani. I primi specializzati in calzature eleganti, i secondi in calzature dallo stile più rigido e quasi androgino, i terzi infine da calzature caratterizzate dai tagli tipicamente britannici ma dalla qualità dei pellami e delle innovazioni italiane.

Dal momento che ad oggi non sono ancora stati depositati i bilanci 2020, l’analisi verrà effettuata sui bilanci (non consolidati) del 2019.

Le informazioni di seguito pubblicate sono state estrapolate da NumeriPrimi, la piattaforma web creata da Obiettivo Valore che in modo semplice, economico ed efficace permette di visualizzare le performance economico finanziarie delle aziende italiane.

Quanto fatturano Calzaturificio Casadei, Fratelli Rossetti e Doucal’s

Dal grafico sottostante possiamo osservare la dimensione e l’andamento del giro d’affari di Calzaturificio Casadei, Fratelli Rossetti e Doucal’s.

Fratelli Rossetti è la società con il più alto fatturato (41 mln €), seguita con più di 10 mln € di differenza da Calzaturificio Casadei (29 mln €) e infine da Doucal’s (14 mln €), che rappresenta l’impresa di minori dimensioni.

La tabella che segue mette in luce l’andamento dei ricavi ed i trend in modo più puntuale:

L’esame dei trend evidenzia come nel 2019 solo l’azienda più piccola (Docucal’s) sia cresciuta, a fronte di un calo dei ricavi delle altre due realtà, meno marcato per Fratelli Rossetti (-3%), più ampio per Casadei (-12%).  Anche nel medio termine Doucal’s è l’unica in crescita (+32% a 3 anni, +59% a 5 anni), contro un andamento negativo da parte di Fratelli Rossetti (-12% a 3 anni, -14% a 5 anni) e Casadei (-8% a 3 anni, -15% a 5 anni).

La crescita di Calzaturificio Casadei, Fratelli Rossetti e Doucal’s è stata di qualità?

Se incrociamo su un grafico la crescita a 5 anni del fatturato con quella della redditività (EBITDA, margine operativo lordo) possiamo valutare non solo la componente quantitativa della crescita ma anche comprendere se la stessa è stata qualitativamente apprezzabile.

Nel quadrante in alto a destra troviamo le aziende che nei 5 anni (2014-2019) hanno registrato sia crescita delle vendite che della redditività (crescita di qualità): nello specifico si tratta soltanto di Doucal’s, che a fronte di un aumento del fatturato di circa il 60% in cinque anni, ha registrato una crescita della redditività operativa lorda tre volte maggiore (circa 165%) evidenziando qualità della crescita.

Al contrario, nel quadrante in basso a sinistra troviamo le aziende che nel periodo considerato hanno registrato tassi negativi di crescita sia di vendite che di redditività (crescita di scarsa qualità): nello specifico troviamo solo Calzaturificio Casadei, che nei cinque anni ha registrato una contrazione dei ricavi del 15%, ma soprattutto una importante riduzione della redditività, se si pensa che l’EBITDA si è ridotto del 138%, dando il via ad una serie di chiusure in perdita (2018 e 2019). La riduzione della redditività è spiegata dall’aumento dell’incidenza dei costi per servizi e di personale, in parte in quanto questi costi sono aumentati in valore assoluto (2018), in parte come effetto della riduzione del fatturato (2019).

Nel quadrante in alto a sinistra troviamo infine Fratelli Rossetti, che ha ottenuto un risultato intermedio, che giudichiamo comunque positivo, poiché nonostante un calo delle vendite nel medio periodo (-14%), ha comunque ottenuto un significativo upgrade della redditività operativa lorda (+165%).

Quanto guadagnano i tre calzaturifici

Dalla tabella sottostante possiamo osservare la redditività delle tre aziende d’eccellenza nel settore calzaturiero, nel 2019.

L’analisi del conto economico delle tre aziende evidenzia, nel 2019, risultati molto diversi fra loro, che riflettono i differenti business model adottati.

Doucal’s è l’azienda più piccola ma anche quella più profittevole sia nel breve che nel medio termine. L’utile 2019 rappresenta il 6,4% del fatturato. Fratelli Rossetti ha prodotto un Utile pari al 5,4% delle vendite, ma con una grande differenza, che vedremo più avanti, mentre Calzaturificio Casadei ha registrato una perdita di esercizio pari al 6,6% del giro d’affari.

Fratelli Rossetti ha ottenuto un buon risultato grazie al rilevante contributo della gestione accessoria (ex straordinaria): la voce Altri Ricavi ha prodotto infatti un impatto pari al 15% del fatturato, che deriva essenzialmente da una plusvalenza di 6 milioni di euro per il corrispettivo per la cessione di un contratto di locazione relativo al negozio condotto fino al mese di luglio 2019 in Venezia. Al netto di tale operazione straordinaria il risultato finale sarebbe stato molto diverso, se si pensa che l’utile finale ammontava a 2,2 milioni di euro. A dimostrazione di ciò basti pensare che nel 2018 l’azienda aveva ottenuto un profitto pari ad appena 36 mila euro, lo 0,08% delle vendite.

Calzaturificio Casadei ha prodotto, infine, una perdita di esercizio pari al 6,6% del fatturato, a fronte di un dato negativo pari all’1,2% del 2018: quanto sopra è spiegato da diversi fattori: in primis la riduzione delle vendite, che ha fatto pesare di più i costi fissi, in secondo luogo da un’incidenza del costo del lavoro del 34% contro un dato delle altre due aziende nettamente inferiore (20 e 27%), inoltre anche da un peso dei costi per affitti e noleggi e per ammortamenti superiore alla media degli altri due calzaturifici. Il maggior peso di tali costi va a riassorbire il più alto livello di margine industriale (71% contro 59 e 67%), ovvero la differenza fra ricavi e costi delle materie prime, portando a valori reddituali negativi.

La differenza fra la redditività di Doucal’s e quella delle altre due aziende (se teniamo conto che Fratelli Rossetti ha ottenuto un buon risultato solo grazie al rilevante contributo della gestione accessoria) riflette un modello di business caratterizzato da un più basso costo del lavoro (20% vs 26% e 34%), e da minori spese per affitti e noleggi e ammortamenti, che a loro volta hanno a che fare con la dotazione di asset tangibili e intangibili (ad esempio, marchi).

Tempi di pagamento dei tre calzaturifici

Dal grafico sottostante possiamo osservare le tempistiche di pagamento ai fornitori nel 2019.

L’esame dei tempi di pagamento ai fornitori mette in luce una tempistica che va dai circa 90 giorni per quanto concerne Casadei ai circa 120 giorni per Doucal’s, non evidenziando criticità.

Capitalizzazione dei tre calzaturifici

Dal grafico sottostante possiamo osservare il grado di patrimonializzazione delle tre realtà del made in Italy, vale a dire quanta parte dell’attivo è stata finanziata dalla proprietà, attraverso i capitali propri e gli utili reinvestiti.

In linea teorica una capitalizzazione del 30% rappresenta un adeguato livello. In questo caso notiamo come Doucal’s sia l’impresa più patrimonializzata, con il 48%, seguita da Casadei con il 32% e da Fratelli Rossetti, che presenta un valore prossimo al 20%.

L’esame degli altri parametri finanziari forniti dalla piattaforma web NumeriPrimi ha evidenziato anche ulteriori differenze degne di nota fra le tre realtà esaminate.

In conclusione l’esame del bilancio 2019 dei tre famosi calzaturifici ha dimostrato che le società operano con differenti modelli di business, ed ottengono risultati molto diversi fra loro sia a livello di crescita che di profitti. Una delle tre imprese, quella più piccola (Doucal’s), presenta le migliori performance sotto l’aspetto della crescita, della redditività e della struttura finanziaria, rispetto alle altre due realtà che fatturano molto di più, ma con risultati reddituali non altrettanto positivi.

 

Le informazioni, i grafici e le tabelle di questo articolo sono state acquisite dalla piattaforma web NumeriPrimi che, in modo semplice, economico ed efficace, permette di visualizzare e confrontare i bilanci (anche) delle società che producono calzature, e le più importanti performance economico finanziarie:

  • Crescita (Quantità e Qualità)
  • Redditività (Marginalità e Rendimento dei Capitali investiti)
  • Efficienza nella gestione del Capitale Investito (rotazione scorte, tempi d’incasso, tempi di pagamento)
  • Sostenibilità Finanziaria (solvibilità)

Se vuoi maggiori informazioni e una panoramica sulla piattaforma web vai a questa pagina.

Se vuoi conoscere i costi del servizio (accesso giornaliero o annuale), se vuoi confrontare le performance della tua azienda o di un’azienda cliente con quella dei tuoi concorrenti vai a questa pagina.

Ai nostri lettori, fino al 31/05/2021, uno sconto di benvenuto del 10% su tutti i tipi di abbonamento. Lo sconto è fruibile inserendo il coupon NP310521 in sede di acquisto.

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.